venerdì 16 ottobre 2009

Olinka on my mind

Nella vita di un uomo devono esserci dei punti fermi, prese di posizione che come febbri giovanili facciano crescere e rafforzare corpo e carattere.
Uno di questi punti fermi ha un nome: Olinka.
La fanciulla bazzicava ai tempi sulle rivistine per adolescenti alla Skorpio o Lancio Story per capirci, quei giornalini di fumetti e news da esibire a chi facesse troppe domande e con DUE pagine DUE della suina della settimana che con un paio di chiappe, tette piu' o meno scoperte e qualche riga di recensione, si presentavano al mondo e agli occhietti viscidi dei maschietti allupati.
Olinka era una della tante ma la considerevole somiglianza con Marilyn unita a un culo al quale mancava solo la parola, la rese presto un punto di riferimento nella libido della Sezione Alcool.
Non so se di una con una quarta sostenuta si possa dire 'mascotte' ma di certo il di lei pensiero allietava pomeriggi noiosi, rendendola riferimento forse non di simpatia ma certo fascino e bellezza (vabbe', lasciamo stare anche il fascino).




Poi il tempo passa e come le cotte adolescenziali, Olinka divenne solo un bel ricordo per poi sfumare in ombra di un piacevole passato ma il destino sorride beffardo eppure generoso a chi sa cogliere le occasioni e cosi' avviene che qualche pirla buontempone (piu' pirla o buontempone? Non si sa...) al posto di un classico della fantascienza anni '50 piazzasse il film "Marilyn - Bizarre begierden" e chi c'e' tra le protagoniste (oddio, protagoniste...)?
Indovinato, la nostra amata Olinka ma attenzione, come nel piu' bello dei sogni adolescenziali, non solo la si vede in movimento e non in foto, ma che movimento!
Insomma, roba che qualche anno fa avrebbe reso irsuti i palmi di una buona fetta dei maschietti della classe, tipo dorso di yack per intenderci.
Giusto per completare il quadro generale e scatenare tanti bei ricordi, si intravede anche una faccetta nota al grande pubblico, l'alieno dall'indimenticabile urlo "Ifix, tchen tchen", anch'egli impegnato a... socializzare con la nostra beniamina e si vergogni chi ha dimenticato tutto.
Il film e' ovviamente da me conservato con la cura di chi possiede un bene indispensabile all'umanita' (specialmente per le nuove generazioni) e non manchero' di donarlo generosamente a chi ne facesse richiesta (si Tusbe, la copia te l'ho gia' fatta...) ma nel frattempo scatenatevi sul sito
http://www.olinkahardiman.com/ della sempre bella Olinka e rinverdire cosi' antichi fasti e splendori di quando un puttanone come tante poteva diventare un mito.
Buona visione!

martedì 4 novembre 2008

Costo-letto

Si dira' che siamo monotematici.
E' vero.

Del resto questa e' una roba che si chiama "SezioneA(lcool).com" che si posiziona poco sopra "esticazzi.it" e appena sotto "vivalabernarda.org"

Comunque eravamo arrivati che Tusbe, esausto delle intemperanze sessuali della sua giovane amichetta, decide di passarmela perche' e' un uomo magnanimo (e soprattutto con la scorta di Cialis azzerata).

Lei non sara' bellissima ma sprizza sesso selvatico da tutti i buchi (frase infelice, lo riconosco) ma perche' parole quando le immagini dicono tutto?

02112008591
(eccola ritratta languida sul divano)

Estasi per qualche giorno, poi spasmodico rientro a casa e AAAARGGGHHHH che succede!
La porca (una pecora porca? Porchetta di pecora?) gia' li a tradirmi!

Dotato di sangue freddo e ultima generazione tecnologica (mica come chi ha telefono, fotocamera, radio, mp3 tutti separati... tze!), immortalo i due roventi amanti ignari della mi presenza sconvolta.

01112008576
Preliminari orali


01112008574
Approccio selvaggio


02112008582
Lei estasiata, lui marpione


02112008593
Momento convulso al calor bianco


02112008594
Bacini frementi nell'estasi d'amore


01112008581 
Qui non s'e' capito bene...

01112008579
Neanche qui...

01112008577
Qui nemmeno (fosse dotata di sopresa? Mah...)

02112008587
Lui alla fine soddisfatto

01112008575
La vacca pure (pecoraporcavacca?)


Alla fine ho accompagnato lui al ristorante cinese (diciamo per mangiare ma voi occhio al vitello ai germogli di soia), lei da Tusbe che l'ha riaccompagnata in Brasile (ecco che qualcosa comincia a tornare...) e io solo tra i monti a ricordare momenti dolorosi ma anche molto felici.

Morale della vicenda

  • Mai accettare raccomandazioni da Tus
  • Non fidarsi delle brasiliane che conoscono Ronaldo
  • Non andare dai cinesi se lo Scorda e' nervoso
  • I capelli ricci fanno sfiorire prima

Non so voi ma ora una costoletta me la farei (ahahaha, che bel doppio senso ahahahaha)

sabato 1 novembre 2008

Zozzoni!

Non so se ridere o preoccuparmi...
Saprete che gli annunci di Google sono contestuali a quanto viene interpretato dal sito e fino qua poco male.
Il casino e' quando si nota che Google qui segnala:

  • Donne disponibili 100% (e va bene)
  • Video chat x single (insomma...)
  • Annuncio foto incontro (mmmmmmm)
  • Incontri nella tua citta' (passi anche questa...)
  • mutandine drynites contro l'enuresi... eh no cazzo!

Che non sia un sito serio forse?
Mah...

Bevute varie

donbairo_mini

Va bene bere, va bene, ma il don bairo (donbairo, dombairo, dom bairo chi puo' dirlo...) e' decisamente eccessivo.
Quel gustino di segatura fermentata e' pero' indimenticabile...

kambusa

Questo invece e' stato il primo amaro al gusto di colorante... fantastico...
Ma lo ricordate lo spot??!

RossoAntico05

Infine altro bel ricordo alcolico dei tempi che furono con quest'altro raffinatissimo amaro, per intenditori insomma...

domenica 2 dicembre 2007

Grande concorso!


Erano gli anni del passaggio tra XT e AT, il 286 faceva faville e il 386 era un sogno, si giocherellava con Windows 1.0 e noi perdevamo tempo col Micro-Professor.
Ebbene dimostriamo che e' stato studio ben speso rispondendo a queste semplici domande:
1- Il tastino rosso in alto a sx a che serviva?
2- Da che indirizzo partiva tipicamente la memorizzazione dei programmi?
3- Nello Z80 a che pin si collega il 5V?
Il terzo classificato si becca del pirla perche' e' arrivato in coda agli altri.
Il secondo classificato una pizza aggratis pagata da Maccio alla prossima cena.
Il primo classificato potra' partecipare a una cena della Sez. Alcool offrendo da bere a tutti!

Concorso coi controcazzi eh?

giovedì 2 agosto 2007

Ovini

Gli ovini...




.. ma nooooo, non questi!
Questi!



L'ovino nasce come raccolta di costolette e coscette da rosticciare allegramente in compagnia o anche da soli qualora sopraggiunga fame impellente e selvaggia.
Dall'ovino si ricava buon cibo appunto, ma anche tenera lana con la quale vestirci e proteggerci dal pungente freddo invernale.
L'ovino e' un amico ai quali affidiamo i nostri sonni, col quale leniamo insonnie e paturnie, agitazione cancellata nella placida conta e ricordo agreste di tenere macchioline bianche cha saltano palizzate e con loro ritrovare l'abbraccio di Morfeo e in esso conforto.
Ma!
Si ma, l'ovino e' femmina quindi ovina, piu' prosaicamente pecora e se piccola, pecorina e qui un po' cominciano ad essere cazzi, per le ovine s'intende... e non solo.
Ovvero, se la femmina a carponi e' nomata "alla pecora", qualcuno in tempi lontani deve aver trovato qualche somiglianza non riposta certo nelle gambette secche, nemmeno nel vello o figuriamoci negli zoccoli, quindi che sia vera la diceria che vuole le diverse razze almeno simili in qualcosa (sempre che di femmine si parli)?
La Sezione A(lcool) e' incuriosita ma non conosce la risposta.
Di certo i suoi Membri (maiuscolo, maiuscolo, mica cazzi...) considerano le pecorine molto utili, le amano profondamente e rispettano la lora placida bonta'...
Ovvero un'idea: rasarle per la lana, praticare atti sessuali contro natura dopo i quali una bella botta in testa e via di abbacchio!


Qualcuno ci sta riflettendo...
Buona pecora a tutti!





(Estratto "ingentilito" da conversazione digestiva della Sez.A(lcool))



(Beeee una cippa...)

venerdì 15 giugno 2007

Qualcuno era li'... (The Who - Arena di Verona 11-06-2007)

Si, qualcuno era a Verona al concerto degli Who l'11 Giugno 2007 e perdio e accidenti se non eravamo io e l'Ivo nazionale!
Dire di essere stati a un concerto degli Who e' un po' come affermare di aver incontrato un garibaldino; sa un po' di leggenda e di tempo un po' troppo lontano per essere vero, eppure (un paio di) quei ragazzotti che spaccavano gli strumenti nei video in bianco e nero e che hanno insegnato a tutti noi cosa fosse il Rock, stavano li' bellamente a qualche decina di metri da noi e ancora adesso non mi pare vero.
Ad ogni modo non voglio fare recensioni o minuziose cronache cariche di pathos perche' se vi interessa ve lo andate a cercare e leggere e comunque non c'eravate quindi non avrete mai idea di cosa sia stato veramente, percependo forse un vaghissimo sapore dai segmenti video postati su YouTube.
E' stata una esperienza certo unica e non solo per loro, per l'evento e il luogo, ma lo svolgimento della serata ha reso il concerto qualcosa di molto particolare, unico sotto tanti versi, caratterizzato non di meno da una sfiga considerevole a partire dalla pioggia.
Oddio pioggia, meglio definirla una tale quantita' di acqua che nemmeno Dio si immaginava di aver creato (anche se non sufficiente per annegare i coglioni che parlano di desertificazione dell'Italia...), peraltro della durata esatta del concerto.
Ai primi sospetti di pioggia e relativa vendita di plastica protettiva a 5 eurini, l'Ivo afferma imperioso: "a quelli non gli diamo un soldo". Io abbozzo passivamente e subisco la scelta gia' fatta.
Prima corposa ondata di gocce, molto umido addosso ma ancora duri e puri in una marea colorata, traslucida quasi e il metereologo paragnosta al mio fianco afferma sicuro: "Dai ora smette".
Tempo cinque minuti e di asciutto non abbiamo piu' nemmeno gli organi interni...
Tentativo di fuga (tanto avevamo i posti numerati) abortito perche' il passaggio al coperto era saturo di carne semovente, quando l'Ivana, da qui ribattezzata "L'anguilla (t)umida", si incunea tra le pieghe della vigilanza conducendoci direttamente in zona camerini.
Tra una strizzata d'abiti e la romana che rompeva i coglioni con la storia telefonica della sua vita (questa la racconto poi), ci ritroviamo dentro a catacombe ora adibite a passaggio nonche' ripostiglio, nonche' oasi asciutta in una valanga d'acqua, nonche' condotto per il gruppo, entourage, giornalisti, puttanoni strafatti, ex-pappa riciclati in promoter e fauna varia e variegata.
Ivo, in pieno delirio acquatico, corre trafelato da me cianciando roba del tipo: "Ho visto Townshend!!".
La pupilla e' dilatata e lo sguardo e' da pazzo quindi annuisco e sorrido, poi lo seguo per nuovi anfratti e potrebbe persino avere ragione.
Mi defilo e con la scusa di vedere lo stato climatico, riesco a infilarmi a bordo palco, giusto il tempo di osservare l'arena dalla posizione che solo i VIP conoscono e di fotografare quanto vedo immortalando come si puo' osservare sotto

prima di essere pesantemente redarguito con la minaccia di dover mostrare un pass che non possedevo.
Infine la pioggia e' diminuita, con l'anguilla mi riposiziono al posto di partenza, continuamo ad essere i soli senza alcuna protezione (se escludiamo due fidanzatini sfigati, abbracciati e un po' patetici che si riparavano col loro amore), fradici come due lontre ma alla fine chi se ne frega, chi se ne frega anche se Daltrey ha perso la voce, chi se ne frega se spenderemo milioni in fanghi per toglierci l'umido di dosso, chi se ne frega di ogni cosa, perche' cio' che e' stato importante lo e' stato davvero e noi eravamo li', li' alla grande...
GRANDE VECCHIO!!

La scaletta del concerto:

"I Can't explain"
"The seeker"
"Substitute"
"Fragments"
"Who are you"
"Behind blue eyes"
"Let's see action"
"Eminence front"
"Relay"
"Magic bus"
"Baba O'Riley"
"The real me"
"Pinball wizard"
"The kids are alright"
"My Generation"
"Won't get fooled again"


sabato 2 giugno 2007

Quizzone



--- DOMANDA 1
Dopo aver visto questa copertina, una donna affermo':
1- Ho da vomitare
2- ... ed e' anche un bell'uomo!!
3- Ho deciso, divento lesbica...

--- DOMANDA 2
Immediatamente dopo, un'altra donna rispose:
1- Ti reggo la testa
2- Cazzo se e' bono!
3- Allora succhiami tutta dai, sono la tua capriolona...

--- DOMANDA 3
Contemporaneamente due ometti:
1- Si accesero una canna
2- Si accasciarono al suolo ridendosi anche l'anima
3- Strisciarono in cucina a mangiare

--- DOMANDA 4
Chi smise di ridere solo verso le 5 del mattino:
1- Una banda di sardi che venne a prendere tutti a testate
2- Il cocker della foto
3- I due ometti di cui sopra


--- RISPOSTE ---
Se sapete di che si sta parlando allora c'eravate anche voi e ancora oggi non vi capacitate dell'accaduto ridendo come ossessi a distanza di 20 anni.

Se non avete capito nulla fatevelo raccontare dalla Roma o dalla Lella.

Se guardando la foto istintivamente vi siete toccati, uccidetevi.

Se avete risposto 1,2 e 3 alla domanda 3 allora ci avete preso comunque.

mercoledì 18 aprile 2007

Cane Schifido 1

Inizia la saga del Cane Schifido

martedì 17 aprile 2007

Le donne della Sezione A (Parte 1)

Le donne della Sezione A per il mondo non sono niente ma per noi sono il mondo.
.
.
.
Bene, detta la stronzata passiamo alle cose serie.
Le donne della Sezione A l'hanno data poco, ma quando l'hanno data l'hanno data bene e gia' e' un ottimo risultato.
A parte questo abbiamo voluto molto bene alle donne della Sezione A e ancora adesso gliene vogliamo.
Nella Sezione Alcool non ci sono donne ma questo solo perche' il nostro scopo ultimo e' mangiare come vitelli obesi, per il resto ci farebbe anche piacere averne qualcuna con noi.
Le donne della Sezione A hanno inciso profondamente i gusti passati e futuri e alzi la mano chi in spiaggia non ha ricercato avidamente dei gatti bombati per rivivere ancora l'emozione di quella mattina in piscina, ditemi chi rimane indifferente a un micione ciccioso ben tornito e chi, chi puo' negare l'importanza di un nininillino a regime nei momenti tristi della vita.
Qualcuno ha sposato le donne della Sezione A ma queste sono disgrazie isolate e per fortuna, poco imitate.
Le donne della Sezione A hanno pero' dato anche dolori, qualche esperienza negativa, un tocco d'orrore al passato.
Come scordare i capelli spugnosi comprensivi di interi ecosistemi di qualcuna, oppure i gusti musicali o meglio i gusti delle copertine di qualcun'altra (Romaaaaa, che aspetti a scannerizzare il bootleg dei Gun's????!!!).
Come farsi una ragione di motociclismi esagerati e zinnoni al coppino se non abbandonandosi all'infinito amore per voi?
Insomma, se nella Sezione Alcool abbiamo uno stato di famiglia estremamente simile a quello di 20 anni fa, forse una ragione c'e', nel bene e nel male!

PS: approposito del darla, se volete da queste parti ancora la prendiamo...!