venerdì 15 giugno 2007

Qualcuno era li'... (The Who - Arena di Verona 11-06-2007)

Si, qualcuno era a Verona al concerto degli Who l'11 Giugno 2007 e perdio e accidenti se non eravamo io e l'Ivo nazionale!
Dire di essere stati a un concerto degli Who e' un po' come affermare di aver incontrato un garibaldino; sa un po' di leggenda e di tempo un po' troppo lontano per essere vero, eppure (un paio di) quei ragazzotti che spaccavano gli strumenti nei video in bianco e nero e che hanno insegnato a tutti noi cosa fosse il Rock, stavano li' bellamente a qualche decina di metri da noi e ancora adesso non mi pare vero.
Ad ogni modo non voglio fare recensioni o minuziose cronache cariche di pathos perche' se vi interessa ve lo andate a cercare e leggere e comunque non c'eravate quindi non avrete mai idea di cosa sia stato veramente, percependo forse un vaghissimo sapore dai segmenti video postati su YouTube.
E' stata una esperienza certo unica e non solo per loro, per l'evento e il luogo, ma lo svolgimento della serata ha reso il concerto qualcosa di molto particolare, unico sotto tanti versi, caratterizzato non di meno da una sfiga considerevole a partire dalla pioggia.
Oddio pioggia, meglio definirla una tale quantita' di acqua che nemmeno Dio si immaginava di aver creato (anche se non sufficiente per annegare i coglioni che parlano di desertificazione dell'Italia...), peraltro della durata esatta del concerto.
Ai primi sospetti di pioggia e relativa vendita di plastica protettiva a 5 eurini, l'Ivo afferma imperioso: "a quelli non gli diamo un soldo". Io abbozzo passivamente e subisco la scelta gia' fatta.
Prima corposa ondata di gocce, molto umido addosso ma ancora duri e puri in una marea colorata, traslucida quasi e il metereologo paragnosta al mio fianco afferma sicuro: "Dai ora smette".
Tempo cinque minuti e di asciutto non abbiamo piu' nemmeno gli organi interni...
Tentativo di fuga (tanto avevamo i posti numerati) abortito perche' il passaggio al coperto era saturo di carne semovente, quando l'Ivana, da qui ribattezzata "L'anguilla (t)umida", si incunea tra le pieghe della vigilanza conducendoci direttamente in zona camerini.
Tra una strizzata d'abiti e la romana che rompeva i coglioni con la storia telefonica della sua vita (questa la racconto poi), ci ritroviamo dentro a catacombe ora adibite a passaggio nonche' ripostiglio, nonche' oasi asciutta in una valanga d'acqua, nonche' condotto per il gruppo, entourage, giornalisti, puttanoni strafatti, ex-pappa riciclati in promoter e fauna varia e variegata.
Ivo, in pieno delirio acquatico, corre trafelato da me cianciando roba del tipo: "Ho visto Townshend!!".
La pupilla e' dilatata e lo sguardo e' da pazzo quindi annuisco e sorrido, poi lo seguo per nuovi anfratti e potrebbe persino avere ragione.
Mi defilo e con la scusa di vedere lo stato climatico, riesco a infilarmi a bordo palco, giusto il tempo di osservare l'arena dalla posizione che solo i VIP conoscono e di fotografare quanto vedo immortalando come si puo' osservare sotto

prima di essere pesantemente redarguito con la minaccia di dover mostrare un pass che non possedevo.
Infine la pioggia e' diminuita, con l'anguilla mi riposiziono al posto di partenza, continuamo ad essere i soli senza alcuna protezione (se escludiamo due fidanzatini sfigati, abbracciati e un po' patetici che si riparavano col loro amore), fradici come due lontre ma alla fine chi se ne frega, chi se ne frega anche se Daltrey ha perso la voce, chi se ne frega se spenderemo milioni in fanghi per toglierci l'umido di dosso, chi se ne frega di ogni cosa, perche' cio' che e' stato importante lo e' stato davvero e noi eravamo li', li' alla grande...
GRANDE VECCHIO!!

La scaletta del concerto:

"I Can't explain"
"The seeker"
"Substitute"
"Fragments"
"Who are you"
"Behind blue eyes"
"Let's see action"
"Eminence front"
"Relay"
"Magic bus"
"Baba O'Riley"
"The real me"
"Pinball wizard"
"The kids are alright"
"My Generation"
"Won't get fooled again"


2 commenti:

Maccio ha detto...

Penso che il concerto meritasse veramente tutto l'amore dimostrato in questo post, ma la mia pigrizia mi ha addirittura fermato prima di pensare di acquistare il biglietto... "Too Old to Rock 'n' Roll: Too Young to Die" ;)

Leoma ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.